Aperol Spritz

Cinque cose che non sai su… lo Spritz

Lo Spritz è il cocktail che accompagna i pomeriggi e le serate di giovani e meno giovani, godendo delle giornate più lunghe e delle temperature più elevate che caratterizzano le stagioni primaverili ed estive. Compagno di momenti di piacere e relax, solitamente abbinato a gustosi aperitivi, è uno dei cocktail più amati in assoluto. Ma cosa c’è dietro questo mix effervescente dal colore accattivante?Aperol Spritz

  1. Pare che lo Spritz abbia origini austriache. Furono infatti i militari dell’impero austroungarico a chiedere di allungare il vino veneto, ritenuto troppo alcolico, con dell’acqua frizzante. La versione originaria dello Spritz era molto amata dalle nobildonne austriache. Aperol Spritz
  2. Il nome, infatti, deve la propria origine alla parola tedesca spritzen (che significa spruzzare) esclamata dai soldati tedeschi all’indirizzo degli osti veneti.Aperol Spritz
  3. La ricetta originale prevede la presenza di aperol, prosecco, soda e ghiaccio con una fettina di arancia a sugellare il tutto.Aperol Spritz
  4. La zona di maggior popolarità dello Spritz è il triveneto, ma la sua diffusione è capillare. In molti casi sono state apportare modifiche alla composizione originale. Le sue varianti principali sono: il Campari Spritz, tipico di Milano, in cui all’aperol viene sostituito il Campari che conferisce un retrogusto più amarognolo; l’Hugo Spritz, cocktail altoatesino ottenuto con lo sciroppo di fiori di sambuco al posto dell’aperol, per un cocktail dissetante; il Martini Spritz a base di prosecco, Martini Bianco e lime per un gusto rinfrescante; il Cynar Spritz con prosecco e Cynar, per un gusto secco e amaro; il Select Spritz che utilizza il bitter veneziano in luogo dell’aperol, per conferire alla bevanda un gusto equilibrato e raffinato; per gli astemi è possibile dissetarsi con Spritz analcolici, dove al prosecco è solitamente preferito il succo di arancia rossa.Aperol Spritz
  5. Ma ora veniamo al semplice procedimento per realizzare il classico Aperol Spritz. Quel che serve è:

60 ml di Prosecco
40 ml di Aperol
20 ml di soda/seltz o acqua frizzante 
Cubetti di ghiaccio
Mezza fettina d’arancia

Procedimento 
Mettere nel bicchiere i cubetti di ghiaccio, versare prima il Prosecco, quindi l’Aperol e infine la soda.
Mescolare leggermente per dare omogeneità alla bevanda. 
Guarnire con la fettina d’arancia e servire subito, ponendo una cannuccia nel bicchiere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.