“A tua somiglianza e a tua immagine, arancia, fu fatto il mondo”  Così inizia la celebre poesia “Ode all’Arancia” del premio Nobel per la letteratura, Pablo Neruda. Con tutta la cautela del caso e senza voler sembrare arroganti, anche noi proviamo a comporre un’ode all’Arancia, a modo nostro. Il frutto tra i più rappresentativi del periodo invernale, protagonista della nostra rubrica “Cinque cose che non sai su…” . Le origini, la storia che la lega all’umanità, le proprietà nutritive ed una ricetta che vi mette subito alla prova. Con buona pace di Pablo Neruda. Leggi altro →

Puntuale come Babbo Natale per i bambini (di tutte l’età), la notte tra il 24 e il 25 dicembre, il cotechino torna come protagonista incontrastato delle tavole in festa tra San Silvestro e il Capodanno. Sono finiti i tempi in cui questo insaccato tipico modenese, con tanto di denominazione Igp e Consorzio che ne tutela la produzione, era consumato solo ed esclusivamente nel periodo “post natalizio”. Negli ultimi anni, anche per merito di pubblici attestati di gradimento da parte di chef stellati come Massimo Bottura, è diventato un’eccellenza italiana riconosciuta ed apprezzata nel mondo. Sperando di farvi cosa gradita, vi raccontiamo le “Cinque cose cheLeggi altro →

C’è un primo piatto che simbolicamente rappresenta il Natale italiano, non solo per il gusto che mette d’accordo grandi e piccini, ma soprattutto perché evoca, per l’ottima riuscita, l’importanza della collaborazione familiare. Parliamo dei tortellini e non può essere altrimenti vista la premessa, nella loro versione in brodo. Vi racconteremo le loro origini, la loro storia, le curiosità che vi faranno fare bella figura a tavola e non può mancare, la ricetta della tradizione, depositata alla Camera di Commercio di Bologna, per mettervi alla prova. Fateci sapere e non dimenticatevi di rendere partecipe tutto il parentado. Buon Natale da tutta la redazione di “La RicercaLeggi altro →

Uno degli obiettivi del blog “La Ricerca del Gusto“, che non ci stanchiamo di dichiarare pur sapendo di risultare ripetitivi, è la riscoperta e magari la rivalutazione, di cibi ormai desueti. I rossi frutti del Corbezzolo, ricadono a pieno titolo in questa categoria. Quanti di voi non hanno mai assaggiato e neppure visto al mercato, questi frutti piccoli e tondi? Un vero peccato, anche perché sono ricchi di interessanti proprietà nutrizionali. Con quest’articolo della rubrica “Cinque cose che non sai su… “, cerchiamo di porre rimedio, raccontandovi, come spesso facciamo, la loro storia, le  origini e le  proprietà nutrizionali. Non mancherà una ricetta per valorizzarli inLeggi altro →

Come annunciato qualche settimana fa sulle nostre pagine social, diamo “spazio” e “parola”  alle attività agroalimentari che ne hanno fatto richiesta, raccontando le loro piccole/grandi storie di resilienza, in quest’anno nefasto. Oggi ospitiamo un’azienda che è una storia di amicizia, un sogno imprenditoriale strettamente legato alle proprie radici culturali, un entusiasmo contagioso che è diventato il loro marchio di fabbrica: “Aueeè“! Giovane realtà tra gli e-commerce agroalimentari, specializzata nella commercializzazione dei prodotti d’eccellenza della gastronomia pugliese, “Aueeè” è una start-up che concilia servizio, varietà di proposta e il racconto che si fa di esso… ma lasciamo che siano Cristian Digirolamo e Vito Spinelli, amici e cofondatori,Leggi altro →

Con i suoi 3.261 km quadrati, sarà pure la regione più piccola d’Italia, ma a tavola, la “piccola” Valle d’Aosta, “alza la voce” con una gastronomia variegata, capace di legare i tesori della sue montagne con l’influenza culinaria delle vicine Francia, Svizzera e Piemonte. Su queste precise caratteristiche si è sviluppata una tradizione gastronomica in cui coesistono felicemente piatti semplici, rustici e sostanziosi, tutti avvalendosi di tecniche produttive antichissime. Noti sono i suoi piatti legati al latte e ai formaggi, ma a tavola troverete anche leccornie legate agli aromi delle erbe di bosco, alle carni di animali salvatici e prodotti spontanei della terra come iLeggi altro →

Novembre risolve i dilemmi esistenziali: mela o pera? Scherzi a parte, la cotogna, protagonista di quest’articolo, rappresenta il giusto compromesso per gli indecisi di fine pasto. Chi conosce il frutto lo sa, ma noi ci rivolgiamo anche verso chi ignora il sapore, le caratteristiche e la storia di questo frutto rientrato, purtroppo, nella lista dei “frutti dimenticati“. In più vi proponiamo la ricetta della “cutugnata” , marmellata di cotogne, inserita per la provincia di Lecce, nell’Atlante dei prodotti Tipici agroalimentari di Puglia. “Cinque cose che non sai su… il Cotogno” Buona lettura!Leggi altro →

Per parlavi del Melograno, partiamo da un dubbio amletico che ci e vi (lo sappiamo, non fate finta di niente!) affligge dai tempi delle scuole elementari: per indicare il frutto, si dice melograno o melagrana? Risposta, direttamente dall’Accademia della Crusca: “Melagrana, melograno, mela granata, melo granato, pomo granato…: il frutto dell’abbondanza sovrabbonda di nomi”. E se ve lo dice anche la prestigiosa Accademia, che comunque la chiamate, non sbagliate mica, vi resta solo da scoprire le sue origini, le sue proprietà nutrizionali e magari anche una ricetta, facile e gustosa, da preparare. A questo ci pensiamo noi: Buona lettura con le “Cinque cose che non sai su… il Melograno”.Leggi altro →

A pochi giorni dalla pubblicazione delle migliori 50 pizzerie d’Italia, che tanto sta facendo discutere, torniamo a parlare di pizza come piace farlo a noi: dando voce agli esperti. Oggi ospitiamo un “pizzalover” , neologismo che magari vi farà storcere il naso, ma che bene descrive il nostro ospite: Mattia Bizzarro. L’argomento è svelato e fa “gola” a tanti, ma con Matteo parliamo anche del valore “sociale” che è riconosciuto alla pizza. Mettetevi comodi e godetevi quest’intervista sul mondo pizza a tutto tondo. Buona lettura! (Tutte le foto correlate a questa intervista, sono opera di Mattia, che vi consiglia di seguire su Facebook ed Instagram)Leggi altro →